i primi secondi dopo il risveglio

non piango mai
perché ho paura che mi si staccano gl’occhi
non vomito mai
perché ho paura che mi esce lo stomaco dalla bocca
scopo con moderazione perché ho paura
che mi rimane il tarallo risucchiato nel buco
non salto mai
perché ho paura che mi si sbriciolano le caviglie
non dormo mai
spalle alla porta
perché ho paura che entra l’assassino col coltello e mi fa goal
non dico mai
“ti amo”
perché ho paura che il regista dice “ok buona la prima, mezz’ora di pausa per tutti”

ho un controllo assoluto del congiuntivo

ho i denti stretti, il filo interdentale mi provoca sangue alle gengive
ho i piedi piatti, visitare i musei è una tortura
non posso tenere il tempo con le mani
le mani sono collegate al cuore
il mio batte a un ritmo non convenzionale

i primi secondi dopo il risveglio
ho spesso dei momenti di paura
che non so se so dove sono
che non so se so chi sono
o dove devo andare

potresti voler esser tu l’addetta al ricordo?
svegliartimi accanto
dirmi
“va tutto bene, sei tu, sono io, va tutto bene, non ti preoccupare”

tirarmi su quelle pesantissime persiane
fare entrare la luce
sorridermi

la colazione la preparo io

Questa voce è stata pubblicata in Poesie nuove. Contrassegna il permalink.

13 risposte a i primi secondi dopo il risveglio

  1. barbara scrive:

    sei bravo a raccontare emozioni!

  2. adele scrive:

    come si fanno i cuoricini qui sotto?

  3. nita scrive:

    sirenetto
    (benedetto)
    (…maledetto)

  4. Francesco scrive:

    che grande!

  5. Evita scrive:

    Non è facile lasciare un commento alla Poesia, quindi ho scritto una poesia per te, sul mio blog.

    http://whenilefthome.blogspot.com/2012/03/questa-e-una-catalanata-per-guido.html

    Ciao!

  6. Morganalarouge scrive:

    Appena sveglio, gia’ tante sensazioni, pensieri.
    Mabeatote!. Al limite, io ho un occhio cisposo. L’altro non pervenuto.

    ;-)

  7. nsg scrive:

    Molto dolce, della serie nessuno è un’isola.

    Abbiamo bisogno tutti di un capitano che ci aiuti a portare in porto la nave.
    Dopo queste due ovvietà mascherate da pensieri profondi, ti saluto.

    Nsg.

  8. nsg scrive:

    Ah, e speriamo che il capitano non si chiami Schettino.

  9. Denise scrive:

    E’ stupenda!

  10. sarossa scrive:

    …mi sono commossa…che bella, Guido….

  11. Sof scrive:

    emozionante.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


7 + uno =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>