prelibata

vai fare in culo
ti dico solo questo
presto
fai presto
vai fare in culo
prelibata che sei
sai dove vai?
fare in culo
sai cosa fare?
in culo
sai quando?
si lo sai
adesso
prelibata che sei
fai presto

non t’invidio
ispirare simili poesie
dev’essere schifoso

Questa voce è stata pubblicata in Sono un poeta, cara. Contrassegna il permalink.

14 risposte a prelibata

  1. cybbolo scrive:

    siffatta musa…sfatta

  2. luCap scrive:

    bè, che dire? sintetico, esprime chiaramente, in poche righe, il concetto principale!
    chao guido! luCap

  3. Tafana scrive:

    Sintetico e pieno di livore! Ma che cosa gli avrà mai fatto Prelibata? Già il chiamarla così è un segno, ma non chiaro. Non ho studiato al liceo classico, ma vuol dire che l’hanno fatto prima di mangiare?
    Guido, ci sei?

  4. catalanoguido scrive:

    ci sono ci sono
    e dove dovrei mai andare perbacco!

  5. susanita scrive:

    ma catafternun?
    l’ormai imperdibile appuntamento del martedì pomeriggio?

    è martedì oggi, no?

  6. catalanoguido scrive:

    hai ragione susanita
    oggi vacanza
    cerco di riprenderla in settimana
    o al limite la prossima, il martedi

  7. susanita scrive:

    e io che ho fatto le corse per arrivare in tempo, sotto sta canicola che sto ‘na spugna di sudore! mo come faccio senza sapere come va a finire la bibbia, con tutti quei duemilioni di personaggi che se non bastasse che sono duemilioni vivono pure milioni di anni e scompaiono e poi riappaiono dopo milioni di pagine?

    quel giorno che hanno tolto dalla programmazione biutiful senza avvertire, per mettere la partita, quel giorno mi ero arrabbiata meno!

  8. francesco scrive:

    qui ci son gli ascoltatori pronti ad ascoltare e invece niente, vacanza, ma guarda un po’ te, guarda :-)

  9. Pingback: Info

  10. catalanoguido scrive:

    avete raggione
    ma il fatto gli è che Enz è a Barcellona per un rave di 48 ore e torna stanotte. forse.

  11. maurogasparini scrive:

    l’avessi almeno libata prima, dico, avresti potuto non dico mandarla con più garbo, ma senza meno accompagnarla…

  12. catalanoguido scrive:

    ma l’ho libata! giuro. almeno credo.

  13. Nedo B. scrive:

    Sorbole, che sia la medesima persona che m’ispirò le Tre Parole del Cuore?
    Talvolta la donna è come la femmina: angvilla. O Trota, a seconda dei casi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


+ quattro = 10

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>