breve dialogo tra un uomo e una donna durante il quale l’uomo confessa alla donna di masturbarsi pensandola, alla donna va bene

- càpita che io mi masturbi pensandoti
– carino da parte tua

– trovi?
– sì, mi sembra una bella cosa

– me ne compiaccio
– e come mi pensi?

– beh adesso non vorrei scendere in particolari
– scendi pure, non mi imbarazzo mica

– io un po’ sì
– non essere stupido, non c’è nulla di male

– beh, ti penso nuda coi pattini in un campo da hockey e ci sono dei giocatori che ti inseguono con le mazze e i caschi e tu pattini scappando e poi io intervengo e li picchio e poi ci baciamo sulla pista ghiacciata
– molto romantico

– dici?
– sì, ma pensi sempre alla stessa scena?

– no, alle volte cambia e siamo nel deserto e tu vieni rapita dai talebani e io ho un mitra e li uccido e ti salvo e poi facciamo all’amore sulle dune talebane
– hai delle fantasie erotiche molto avventurose

– sì, poi alle volte immagino che io vinco il Giro d’Italia e tu sei una di quelle ragazze che quando ti mettono la maglia rosa ti danno il bacio sulla guancia e poi andiamo di là e facciamo l’amore
– di là?

– sì di là
– ah

– e poi alle volte faccio la stessa fantasia dei talebani ma al posto dei talebani ci sono gli antichi romani che ti vogliono fare mangiare dai leoni e io uccido i leoni con la mia daga e uccido i romani e scappiamo su una biga e facciamo l’amore nel bosco
– accidenti

– sì e poi infine ci sono volte che mi immagino delle cose più tipiche tipo che ti porto al ballo di fine anno del liceo e tu hai un vestito tipo anni ’50 con il coso di fiori attaccato al polso e andiamo al ballo e io sono vestito con il giubbotto di pelle e ho una macchina decappottabile rossa e vinciamo il premio di “la coppia più bella del ballo del liceo” e poi andiamo di là a fare l’amore
– pensi tutte queste cose masturbandoti?

– sì, ce ne sarebbero anche altre ma mi vergogno
– chissà quanti altri uomini lo fanno

– cosa?
– di masturbarsi pensandomi

– più di quanti tu pensi
– dici?

– secondo me dai sette ai quindici
– così tanti?

– almeno
– perbacco, e tu ogni quanto lo fai?

– pensando a te, bisettimanalmente circa
– pensi anche ad altre?

– certo
– fai fantasie diverse con le altre?

– chiaro, sono un gentiluomo
– meno male

– vabbé vado ciao ci vediamo
– non esagerare che diventi cieco

– sì, e gesù piange
– vado anch’io ci vediamo ciao

Questa voce è stata pubblicata in Novissime. Contrassegna il permalink.

3 risposte a breve dialogo tra un uomo e una donna durante il quale l’uomo confessa alla donna di masturbarsi pensandola, alla donna va bene

  1. dioebreo scrive:

    mi sto arrapando

  2. Roberto scrive:

    Mi sono bagnato leggendolo con un mio amico, ti consiglio di mettere dei segni di punteggiatura

  3. Piero scrive:

    Ti modererò forse non nel senso che non so ancora se ti modererò, cioè se sarò lì, ma nel senso che ti modererò moderando, il 10 ad Aosta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


× sei = 54

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>