api

non me l’hai letto il fondo del caffè
hai sorriso e te lo sei mangiato
poi mi piace farti ridere
poi quando ci salutiamo via, sento il tuo corpo
e dopo continuiamo a guardarci negli occhi
fin che si può
poi hai i capelli color di miele
è plausibile che le api ti vogliano bene
le api sono gente strana
sto fatto che pungono e poi muoiono
poi te ne vai, torni, te ne vai, torni
non voglio sapere dove vai
voglio sapere che torni

Questa voce è stata pubblicata in Sono un poeta, cara. Contrassegna il permalink.

11 risposte a api

  1. arabica scrive:

    le api non sanno cosa sia l’obiezione di coscienza, le api vanno eroicamente fasciste al martirio, le api sono poetiche ma non hanno poeti (credo)

  2. cybbolo scrive:

    tu hai zuccherato il caffè di stamattina con miele alla marija…;-D

  3. maurogasparini scrive:

    innamorarsi di un boomerang è un casino

  4. catalanoguido scrive:

    bisogna saperlo prendere al volo

  5. andrearonca scrive:

    bisogna non prenderlo in faccia

  6. catalanoguido scrive:

    e se non hai una buona presa
    di può frantumare un paio di dita
    come se niente fosse

  7. Carlo scrive:

    Mi sono permesso di usare due tuoi versi in epigrafe a una mia poesia, scritta or ora. Mi sembra giusto riportartela qui.

    GEOGRAFIA

    non voglio sapere dove vai
    voglio sapere che torni
    Guido Catalano

    Tornato da Venezia e da un amore
    amato bene, senza riposarmi vado
    dall’amica a Torino, che mi parla
    di gioie e di dolori e penso a un’altra
    che manda baci da Vicenza e a una
    che baci non ne manda, da Savona.

    Non c’è nessuna dispersione, c’è
    soltanto un senso di tempo che passa
    o spazio (dicono che sia la stessa
    cosa, io non saprei), c’è uno squagliarsi
    di vita – e tutto ciò non ha rimedio
    né in un amore né in molti né in nessuno.

    È come è, non c’è nulla da aggiungere
    né da togliere, la vita è stata aggiunta
    e sarà tolta, non c’è un senso, ma
    lasciate che io corra qualche giorno
    ancora per Venezia, per Vicenza
    e Torino e Savona e ogni altro luogo.

    Zoagli, 29 luglio 2007

  8. Anonimo scrive:

    porcavacca oooohhh!
    applausi( con ola)

  9. morgana scrive:

    Amo questa poesia particolarmente.
    Ti leggo molto spesso.
    E ti devo ringraziare, perchè riesci sempre a strapparmi un sorriso.

  10. catalanoguido scrive:

    grazie morgana
    ne son contento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


× 9 = venti sette

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>