Tutto quello che non ti ho detto (Comunque questa notte)

Tutto quello che non ti ho detto
non te l’ho detto
perché non lo sapevo
mica che non lo volevo.
È che sono un maleducato sentimentale
un ignorante passionale
un pluriripetente emozionale
e sono pure un tappo.
Ok,
il fatto che
“Quello che non ti ho detto”
sia il titolo del secondo album dei Modà
non migliora certo le cose.
Ma d’altra parte le cose vanno a rotoli
anche senza il nostro aiuto.
Comunque
questa notte
ho fatto un bel sogno triste
bello e triste
non starò certo qui a raccontarlo
non c’è nulla di più noioso
di coloro che ti raccontano i propri sogni.
Di peggio, solo i battutisti, i barzellettari e i poeti da fiera.
Tu fai eccezione
sì che la fai
che quando me li raccontavi, i sogni
era come star seduto in un cinema all’aperto
nella notte d’estate
con la brezza che ti carezza la barba
o forse eri tu
le tue mani
e le immagini in bianco e nero
che scorrono silenziose
e quanto speravo di esserci io
in quelle storie
e qualche volta
– un piccolo miracolo, signori –
accadeva.

Questa voce è stata pubblicata in Novissime. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Tutto quello che non ti ho detto (Comunque questa notte)

  1. Carlo scrive:

    E tu hai detto tutto quello che non sono riuscito a dire io!

  2. sabrina scrive:

    Tutto il sapore di una magica notte d’estate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


× quattro = 8

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>