Bianca

Le piaceva dormire fino a tardi
le piacevano le poesie d’amore
soprattutto quelle di poeti dell’ottocento
morti giovani
possibilmente di polmoni
i cibi croccanti
i cimiteri
le ostriche
i vestitini corti
la mia barba
la mia pancia
farsi le sigarette a mano
e quando le dicevo
vuoi essere la mia ragazzina dai capelli rossi?
mi rispondeva
prima dovrei farmi i capelli rossi e poi tu
dovresti essere molto più timido con me
non ti sembro abbastanza timido?
chiedevo
affatto
però ho la testa tonda, dicevo
vero, ammetteva, ma ti manca un cane pazzo.
Chiacchieravamo tanto
soprattutto la notte.
Non sopportava lo zucchero nel caffè
la mancanza di gentilezza nella gente
voleva giocare sempre a calcio balilla
giocava malissimo e si arrabbiava con me.
Diceva che le piacevo perché ero un tipo buffo
io fingevo di arrabbiarmi ma ero contento.
Le piaceva dormire fino a tardi
le piacevano le poesie d’amore
soprattutto quando raccontavano di lei.

Questa voce è stata pubblicata in Novissime. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


+ due = 9

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>