facciamo che io ero

facciamo che io ero un soldato
e tu eri una ragazza che vivevi in un paese
io disertavo
e ti bussavo
tu vivevi sola nella casa
facciamo che ti bussavo
fuori nevicava
in lontananza grandi fuochi
e bombe
tu dicevi, chi è?
son soldato disertore, posso entrare che fa freddo?
facciamo che tu aprivi la porta
e dicevi, entra pure sto preparando la pastasciutta
facciamo che io entravo
posavo il fucile
e mi sedevo vicino al fuoco
perchè facciamo che c’era il fuoco
ho dei vestiti asciutti, mi dicevi
io mi toglievo la palandrana
e la giacca
e mi mettevo un maglione grigio molto confortevole
e anche dei pantaloni
e posavo gli scarponi ai piedi del camino
facciamo che la pastasciutta era pronta
e tu me ne davi un piatto
e facciamo che mangiavamo in silenzio
facciamo che c’era anche una bottiglia di vino

com’è la fuori? mi chiedevi
ci si spara e ci s’ammazza, ti dicevo
ti dicevo, sei stata molto cara ad aprirmi
mi dicevi, figurati, vuoi un po’ di vino?

facciamo che ti guardavo
e facciamo che eri molto bella
possiamo fare ciò che vogliamo
facciamo che mi dicevi, puoi dormire qui stanotte
e le altre notti?, ti chiedevo
anche
finchè non finiscono gli scoppi?, ti chiedevo
sì, dicevi
facciamo che ti dicevo finalmente il mio nome
e finalmente tu mi dicevi il tuo
e finalmente mi chiedevi, potrai difendermi se arrivano?
sì, dicevo

facciamo che eravamo molto stanchi
e mentre che tu ti preparavi per la notte
io guardavo dalla finestra
e fuori era tutto bianchissimo e silenzioso

ora anche le bombe dormomo, dicevo
vieni a letto, dicevi
facciamo che non facevamo l’amore
non la prima notte almeno
poi si vedrà

Questa voce è stata pubblicata in Poesie nuove. Contrassegna il permalink.

9 risposte a facciamo che io ero

  1. fatacarabina scrive:

    Aspetto con ansia il seguito…Bella, ma rischio di diventare ripetitiva.

  2. bobboti scrive:

    questa è bellissima. starebbe ai primi posti se ci fosse una gara fra le tue poesie e io fossi il giudice arbitro.

  3. Pingback: TNP - Best Post Award: I finalisti! : The Novecento’s Post©

  4. Pingback: TNP - Best Post Award: VOTA i finalisti! : Catepol 3.0

  5. Pingback: TNP - Best Post Award 2009: I vincitori : The Novecento’s Post©

  6. sid scrive:

    eh ma non è giusto… bum bum bum doveva vincere… :(

  7. catalanoguido scrive:

    è la dura legge del coso

  8. fabio scrive:

    http://www.flickr.com/photos/mezzobuio/3495804405/
    spero ti piaccia, un po’, sennó, vafanculo
    baci
    appongo il commento

  9. Pingback: Guido Catalano » Blog Archive » Imaginemos que yo era

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


5 + cinque =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>