ispirazioni

a me
le migliori ispirazioni mi vengono
in bicicletta e mentre mi addormento

in bicicletta e mentre mi addormento
son due brutti momenti per avere un’ispirazione creativa
perché son due momenti
che è abbastanza difficile prendere appunti

spesso, mentre mi addormento
inizio a immaginarmi delle frasi bellissime
che starebbero proprio bene dentro a una poesia
mi vengono così, splendide poesie di argomenti vari
e una parte di me, quella ancora un po’ sveglia
mi dice, dai cazzo, svegliati, scrivi sta roba che è buona!
ma l’altra parte, quella che vuol dormire, mi dice, lascia star lì, dormi che è meglio
e insomma, la maggior parte delle volte, affondo nel sonno
e la poesia diventa sogno
e quando mi sveglio
è persa nei meandri del mio inconscio disordinato

mentre vado in bici
è anche lì un casino
che scrivere pedalando è proibitivo
e anche pericoloso

l’altro giorno
stavo sfrecciando a tutta velocità per via Madama Cristina
che è una via di Torino
famosa per il caos che vi regna
soprattutto alle 8 del mattino
quando i lavoratori automuniti se ne vanno al lavoro
oppure, se non hanno l’auto
vanno sul tram 18

il tram 18 è un tram selvaggio
che vorrebbe uscire dai binari e schiacciare i ciclisti
egli li odia, i ciclisti
egli, il tram 18, vorrebbe, in termine tecnico, sbinariarsi
e ammazzare tutti i ciclisti che gli capitano a tiro

il suo sogno ricorrente è il Giro d’Italia

se aggiungi tutte le auto in doppia fila
le massaie isteriche
i tassì
la pioggia
perché spesso piove in Via Madama Cristina
capisci bene che in Via Madama Cristina
è difficile scrivere una buona poesia
andando in bicicletta
senza rimanere uccisi

l’altro giorno, dicevo
pedalavo in Via Madama Cristina
e mi è venuta un’ispirazione
una poesia mi è venuta
bellissima
in mente
una poesia d’amore

mi son detto, mica posso lasciarmela scappare
allora ho tirato la cerniera della mia borsa a tracolla Einaudi, blu elettrico
e ho cercato con la destra
mentre con la sinistra guidavo
e ho trovato un orologio
non andava bene
ho trovato delle caramelle Mini Monks gusto liquirizia
non andavano bene
ho trovato un accendino
non andava bene
ho trovato una mela gialla
le ho dato un morso
era buona ma non andava bene per scrivere una poesia
ho trovato un libro di Kurt Vonnegut dal titolo “La colazione dei campioni”
e mi son detto che magari se trovo una matita o una penna
la scrivo su Kurt Vonnegut, la poesia
che lui mica si offende
e poi ho trovato la matita

intanto pedalavo
che ero pure in ritardo
allora ho tolto la mano sinistra dal manubrio
e ho iniziato a scrivere questa poesia bellissima che dicevo
ho scritto il titolo che era, “Almeno a letto sciogliti i capelli”
poi mi sono accorto che ero capace di andare in bici senza mani
che credevo di no
e mi ha preso una forte emozione

poi l’ho sentito
ho sentito il tram 18
il maledetto tram 18 che scampanava dietro di me
a chiedere strada

m’è venuto il timorpanico
la matita è schizzata in alto
Kurt Vonnegut mi è caduto sul ginocchio
ho tentato di ripigliarlo
e ho perso il controllo

la bici si è imbizzarrita e ho sbattuto la caviglia sinistra contro il pedale
ho riacchiappato Kurt per una pagina, la 102
solo che mi trovavo il tram 18 dietro
ché ero finito nei binari
che è quello che il tram 18 spera sempre
e lo sentivo dietro
era eccitato come solo un tram assassino in procinto di stritolare un ciclista può essere

poi ho visto il semaforo
era giallo
mi son detto, o la va o la spacca

l’è andata
io sono schizzato avanti
lui ha frenato mandando scintille e sferraglio metallo

io ho oltrepassato il corso
la pagina 102 di Kurt Vonnegut mezza strappata
ma il libro salvo

mi son fermato a ripigliare fiato
ho guardato indietro
il tram 18 nero di odio e delusione

e la poesia d’amore
fuggita via
dimenticata

Questa voce è stata pubblicata in Poesie scomparse. Contrassegna il permalink.

6 risposte a ispirazioni

  1. michiamomitia scrive:

    oi leggevo e sentivo sul collo il fiato ferroso del tram, fai te. Bellissima

  2. giosannino scrive:

    L’ho anche immaginato, la faccia di ferro incazzata. Fa paura.

  3. petarda scrive:

    mi lascio tentare da susanita e anch’io ti posto il link a un’immagine, sperando che ti riconciliiiiii almeno un po’ coi tramvii che invece a me mi piaccion tanto. ciao! :)
    http://farm2.static.flickr.com/1078/1462318820_6d422249b2.jpg

  4. Paola scrive:

    Bellissime immagini e parole perfette per raccontare
    Davvero bella .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


7 × = sette

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>