la vera storia del bimbobue

bimbobue era un po’ bue
un po’ bimbo
un po’ bimbobue

aveva le corna
ma anche i quaderni
dove faceva i compiti
e faceva “muuu !”
ma anche parlava
come un bimbo normodotato

faceva il latte dal pirillo
ottimo e pannoso
e vi assicuro, era latte
l’ho assaggiato
ma faceva anche la piscia
dal suddetto pirillo

e poi c’aveva la coda
ma anche i pantaloni corti
e il pelo nero e bianco
ma anche gli occhiali
e mangiava l’erba
ma anche gli spaghetti

insomma era un po’ bimbo
un po’ bue
un po’ bimbobue

un giorno una bambina
di nome Camillafaust
gli chiese : “bimbobue posso assaggiare il tuo latte
che mi hanno detto ottimo e pannoso ?”

“ ma è chiaro  ma è chiaro che puoi”
rispose bimbobue

e poi successero cose bellissime
che non racconterò
che è un’altra storia
ma la felicità intrise tutto e tutti

Questa voce è stata pubblicata in I cani hanno sempre ragione. Contrassegna il permalink.

5 risposte a la vera storia del bimbobue

  1. Spora scrive:

    Io conosco, invece, la storia di un certo cicciobombo. Dicerto, però, non faceva meraviglie dal pirillo.

  2. catalanoguido scrive:

    no no, quello era cicciobombo cannoniere con tre bombe nel sedere
    credo

  3. Tafana scrive:

    No erano tre buchi. Nel sedere.
    Bella storia bimbobue. Una grande fantasia che il liceo classico Massimo d’Azeglio non è riuscito a soffocare.

  4. catalanoguido scrive:

    ma come faceva avere tre buchi?

  5. Tafana scrive:

    Boh. Forse erano stati i tarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ otto = 17