parli di poesia e di impegno
poetico
e di struttura e di
metrica
e reciti
tu reciti la tua roba
reciti e ti agiti
sei noioso come un herpes
son felice di non essere la tua donna
hai preso pochi calci in culo
all’apparenza
o se li hai presi
hai il culo anestetizzato dalla nascita

mi dai del cabarettista
credendo di insultarmi
coglione
impara che i cabarettisti è gente
che combatte in prima linea
tutti i giorni
tutte le ore
tutti i secondi che ci sono in un minuto
come che fosse lo sbarco in Normandia
con i maledetti nazi
che li falciano a mitraglia

mentre quelli come te
si fanno le seghine
con quegl’altri come te

fai un po’ di cabaret
mangia tanto pane
poi torni
e ne riparliamo