Io sta cosa di uichigitto giuro non l’avevo capita. Ero stanco quello sì. Poi non ero concentrato. Ero umido.
Che uno è lì nel tepore di torpore e a un certo punto vede la foto delle Torri. E lì, comunque, in effetti, PAM!, ti si riaccende l’attenzione. Che poi non ci vedo neanche benissimo e, giuro, quando ho visto la foto e ho capito che si parlava di pubblicità, lì ho pensato: hai capito? qualcuno ha fatto una pubblicità usando la famosa foto delle Torri.
Però non ero sicuro di avere capito e allora ho chiesto all’amico mio e lui mi fa: no no, uichigitto dice che quella lì è un’idea della madonna in quanto tale, in quanto se uno, tipo, tira giù due torri gemelle diventa abbastanza famoso.
Io lì proprio non ho potuto esimermi dal pensare: ma porcaputtana se io adesso tiro una bomba a mano in sto salone di capoccioni bloggher e faccio un macello di ossa carne e sangue che ci son pure dei bambini piccoli e dei personaggi famosi, poi scappo nel Lago di Garda e mi nascondo nella grotta, ci arrivo anche io che mi dà una certa popolarità! E in più poi ci faccio un sacco di soldi che mando alle case editrici dei manoscritti che raccontano la mia vita di uccisore di bloggher, che loro me li pubblicano e divento ricco.
Ma non avevo la bomba mano.
A quel punto lì si è creato un po’ di trambusto di voci. Ma poco. Qualcuno ha detto qualcosa un po’ in disaccordo con l’idea di uichi. Una ragazza in prima fila con una bella gonna colorata si è alzata e ha detto: scusate, e se n’è andata camminando velocissima ed è uscita.
Era piuttosto arrabbiata.
Mi ha fatto tenerezza quello “scusate”.
Comunque, per il resto, uichigitto ha continuato a dire delle robe che non si capiva un granchè, e non è successo molto altro.

Poi però torno a casa e apro il compiuter e porcaeva un bordello bloggoso che ce ne saran stati anche di più bordellosi ma io è da poco che frequento e non l’avevo visto mai così bordelloso.
Tutto un uichigitto qua, uichigitto là, e la madonna sù e la madonna giù e le tette e il cristincroce e binladen e camisarocalzolaio che, tra l’altro, lo voglio ringraziare personalmente che son andato alla sua festicciola e ho bevuto un sacco della sua birra ed è stato un ospite delizioso anche se non si ricorda di me.
E niente, tutta una storia di uichi che telefona a camisaro e lo minaccia anche di menarlo, credo, il chè mi pare interessante, che vedo che la gente bloggosa spesso se ne dice di tutti i colori, ma anche colori brutti, ma poi mi pare che rimane lì tutto nel virtuale e secondo me è interessante, che se uno mi insulta a me verrebbe da telefonargli e dirgli: guarda io adesso sto venendo a casa tua a darti un calcio, ma mi sembra che nel mondo bloggoso alla fine ci si dice con le scritte cibernetiche ma non ci si mena, e siccome c’è gente che vuole menare altra gente – è chiaro – perché alla prossima blogfesta, tipo, non organizziamo tipo una arena che ci si mena un po’?
Ma con un arbitro, con regole, anche con delle armi tipo asce bipenni, ma con delle regole.
Comunque, io, non lo nego, se c’è una cosa che mi diverte son le polemiche con la gente che si insulta come le bestie e, voglio dire, con personaggi così potenti, è un bel divertimento. Poi alcuni capoccioni si son lanciati su discorsi anche interessanti tipo: eh però vaffanculo con tutta la merda che c’è nel mondo voi bloggher non avete altro da parlare che di uichigitto e della sua bella moglie, che, non lo nego, io quando ho visto uichi mi son detto: và che bell’uomo e poi quando ho saputo che si chiamava uichigitto mi son detto: mamma che nome cul! E quando ho visto la sua moglie e/o fidanzata mi son detto: hai capito sto furbacchione di uichi! Altri invece hanno detto tipo: no guarda che uichi c’ha ragione che lui non voleva fare lo stronzo e tu sei un moralista delle palle. Altri ce l’avevano col camisaro calzolaio che non ho capito che sembra che stia sul culo a un sacco di gente. Altri hanno fatto delle battute gustosissime sulle tette della ragazza prosperosa, altri sulle capacità intellettive di uichi.
Nulla, mi era venuta pure l’ispirazione poetica su sta faccenda che a un certo punto mi son detto: io ora ci scrivo su una bella poesia su uichigitto, camisaro, e il bordellone bloggoso. Ma poi no, mi son detto no. Non è il caso.
Ci scrivo un articolo di Alta Tecnologia. Che questa è Alta Tecnologia, non si creda il contrario.

In conclusione ringrazio tutti per la conversazione globale, che questo è un periodo che non son neanche tanto di buon umore, ma sta cosa è stata spassosa è mi ha tirato su.
Dico sul serio.
Senza ironia

Per chi non ha capito di cosa parla questo articolo di Alta Tecnologia vada a vedere qua
Divertentissimo
Vale veramente.