“non sono io ad essere alta, sei tu che sei basso”
“brevilineo”

“ok, brevilineo e pure grasso”
“no grasso, pingue”

“ok sei brevilineo e pingue”
“e tu sei feroce nella tua altezza”

“l’altezza non può essere feroce”
“il fatto che se io ti baciassi – stando tu in piedi ed io in piedi pancia contro pancia -accadrebbe che ti bacerei il mento, rende automaticamente la tua altezza feroce”

“io non bacio i bassi e pingui”
“io non bacio le spilungone senza tette”

“io ho le tette”
“ce le ho più grandi io”

“perché sei ciccione”
“perché tutta questa violenza? baciamoci”

“non ho piacere di ricevere baci sul mento”
“potremmo farlo sulle scale”

“su gradini differenziati?”
“esatto”

“no”
“dai!”

“ho il fidanzato e bacio solo lui”
“è alto?”

“un metro e ottantasette”
“come fate a baciarvi?”

“lui si piega”
“ha il pene molto corto, immagino”

“ti piacerebbe”
“sì, lo ammetto”

“è normodotato”
“normodotato nel senso di piccolo?”

“no, nel senso di nella norma”
“hai una foto del suo pene?”

“no”
“dovresti”

“ora devo andare”
“dove?”

“a baciarmi ed eventualmente a fare alll’amore con il mio fidanzato alto”
“avrei preferito che omettessi questi dettagli”

“sei tu che mi hai chiesto”
“va bene, me ne vado anche io nella pioggia, nel freddo e nel vento e nella grandine e nella nebbia e nei lupi”

“non fare la vittima”
“e nel dolore e nella sofferenza e nella tristezza e nell’oblio e nell’ingiustizia”

“stai esagerando”
“vuoi vedere una foto del mio pene?”

“scannerizzala e mandamela via mail”
“ok”

“ciao”
“ciao”