faceva così caldo
che di dormire neanche l’ombra
mi rigiravo nel lenzuolo
che era divenuto una corda sudata

m’alzai gnudo
e andai alla finestra
aperta

quello che vidi
quando lo racconto
nessuno ci crede mai
ma lo vidi

giraffe
giraffe gialle
in un giardino pieno di alberi
alberi pieni di pere

le giraffe con i loro labbri muscolosi
staccavano le pere
e le mangiavano

mi calai giù
usando il lenzuolo

le giraffe erano felici di vedermi
una mi chiese, non dormi?
io le dissi, fa troppo caldo
lei mi disse, la vuoi una pera?
io risposi, magari
lei me la porse
tenendola tra i denti, dal picciolo

era fresca e sugosa
la mangiai tutta, anche la buccia
era quello che ci voleva

poi le giraffe iniziarono una danza
intorno a me
ondeggiavano i colli lunghi e
sorridevano alla luna silenziosa

mi coricai nell’erba umida
e le giraffe continuarono a danzare
solo per me
solo per me
finchè finalmente potei dormire