dormire da solo

dormire da solo, hai spazio
puoi rotolarti nel letto
puoi fare capriole
cunìculi sotto le coperte
metterti a sghimbescio
mangiare i crekers sbriciolosi
e altro

ma non puoi
accucchiaiarti a un corpo femmina
che gli fai quella cosa spaziale
da dietro
che con la mano le prendi la tetta superiore
e ti assopisci
con il calore
della sua schiena
sulla tua pancia

e se sei fortunato
i vostri respiri
andranno via all’unisono
la tua pancia
la sua schiena
la sua nuca
le tue braccia
i piedi nei piedi
che si carezzano
tenendo il tempo della notte
fottendosene del regno dei cieli

Questa voce è stata pubblicata in Poesie nuove. Contrassegna il permalink.

10 risposte a dormire da solo

  1. Stardast scrive:

    Finale di potenza? Chissà se ho imparato qualcosa leggendo TAMPS…

  2. catalanoguido scrive:


    finale di potenza (FdP_8)
    dell’ottavo livello

  3. Joli scrive:

    io sono piccina picciò ( di statura) .. e quindi il mio pancino va un po’ più veloce… però c’è un momento, ogni tot, che acchiappo il suo respiro.. ed allora non si stona più.

  4. Faclor scrive:

    Bella questa poesia. Le leggo un po’ tutte le tue poesie, ma questa secondo me è una delle più belle.

  5. adele scrive:

    oggi il tuo reading è stato una delle tre cose belle della giornata. Tre cose belle in una giornata è veramente un record. Grazie.

  6. anto scrive:

    dirompente.
    mi ci voleva. o forse no.

  7. il_torso scrive:

    è vero, bella e dirompente.. e mai come in questa occasione word ha azzeccato il titolo..

  8. Dario scrive:

    Mi hai fatto sentire meno solo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


5 × = trenta

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>