tre toc brevi tre lunghi tre brevi

ti bacio in contumacia
fuggitivo renitente latitante
braccato dalla polizia della noia
nascosto in questo buco
non mi troveranno
e continuerò a mandarti baci
molti baci contumaci
finché ti accorgerai
del pezzetto di mio fazzoletto
nella tua tasca
quella sinistra
quella dei jeans
chiedi ai tuoi cani di trovare la strada per trovarmi
hanno fiuto per queste cose
ti porteranno a naso
e occhio che nessuno ti segua
mettiti un foulard
nascondi quei capelli pazzi
fischietta spensierata come se stessi portando i cani a far pipì
compra un mazzo di fiori come se stessi andando a trovare una vecchia zia
o delle paste
no, meglio salatini
abbonda in pizzette, per favore
fermati spesso a guardare le vetrine
sorridi

giungerai a una porta di legno
dovrai sapere il bussìo segreto
te lo dico
memorizzalo

tre toc brevi
tre toc lunghi
tre toc brevi

tre toc brevi tre lunghi tre brevi
non sbagliare
sarò appostato dietro la porta
con un fucile a pompa
se sbagli, sparo

ah, dimenticavo
porta un dado
che i miei li ho persi tutti nella fuga
1-2 ti bacio io
3-4 mi baci tu
5 ci baciamo all’unisono

speriamo che non venga 6

Questa voce è stata pubblicata in Poesie nuove. Contrassegna il permalink.

Una risposta a tre toc brevi tre lunghi tre brevi

  1. mitia scrive:

    grazie, è stupenda

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


1 × sette =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>