ho girato pagina
e ho trovato il tuo capello lì, impigliato
tra le lettere nere
a pagina 54

era un tuo capello
ineluttabilmente tuo, lungo, chiaro

era un tuo capello
ti avevo prestato quel libro
ricordi quando ?

io ricordo…
sei o sette giorni dopo quella volta tra le casine di mattoni rossi…

ti dissi allora
“ conosci quel poeta ?”
“ poco” dicesti
“ ti do un libro”

il tuo capello
è rimasto lì impigliato
per così tanti giorni
lì a pagina 54, solo
tra lettere nere
e buon odore di carta

non so che farne
penso che chiuderò il maledetto libro
e mi farò una passeggiata lunga