Ultimamente qui in città va spesso via la luce
piccoli black out di alcuni minuti
mezz’ore talvolta
talvolta ore
probabilmente a causa del massiccio uso
di condizionatori d’aria da parte
degli accaldati cittadini.
E quando accade
mi si spegne di colpo il computer
e mi si bruciano le poesie che sto scrivendo
e che non salvo
sì, non le salvo apposta
perché amo il rischio
e intanto partono gli allarmi in tutto il quartiere
qualcuno rimane chiuso in ascensore
e iniziano a sbrinarsi i frigidaire.
Io mi alzo di scatto
tiro una bestemmia ben calibrata
mi sporgo dalla finestra
e guardo la strada deserta d’estate.
È bella la strada deserta d’estate in città.
Talvolta accade di notte
in quel caso
accendo una candela
e aspetto.